Reply

Londra, piovono preservativi, scorta da 150mila al Villaggio Olimpico

« Older   Newer »
view post Posted on 19/7/2012, 11:11           Quote Quote
Avatar

Image Hosted by ImageShack.us

Group:
Moderatore
Posts:
22,803
Reputazione:
+948
Location:
Ancona (AN)

Status:


Londra, piovono preservativi


Scorta da 150mila al Villaggio


Aumentate del 50% rispetto a Pechino 2008 le scorte che verranno distrubuite agli atleti durante i Giochi: mediamente, una quindicina a testa
Come rivelato da Hope Solo, portiere della nazionale statunitense di calcio femminile, al magazine Espn, alle Olimpiadi si fa sesso e pure parecchio. Non stupisce dunque che gli organizzatori londinesi abbiano deciso di mettere ben 150mila preservativi a disposizione gratuita dei 10.500 atleti che abiteranno nel villaggio olimpico per l’intera durata della manifestazione: in pratica, il 50% in più rispetto ai 100mila condom distribuiti ai Giochi di Pechino di quattro anni fa e addirittura il triplo dei 50mila di Barcellona 1992, mentre a Seul 1998 furono appena 8.500.

SCORTE EXTRA GIA’ PRONTE — Calcolatrice alla mano, fanno circa 15 profilattici per ogni olimpionico, anche se a detta del Mirror la Durex sarebbe già pronta a garantire un rifornimento extra nel caso in cui qualcuno finisse la sua scorta personale. Un’eventualità che sembra fra l’altro tutt'altro che remota, visto che quest’anno sarà permesso l’ingresso ai 2.818 alloggi del villaggio olimpico anche ai partner degli atleti, con almeno 3.500 ospiti giornalieri annunciati. E nel caso in cui la passione avesse il sopravvento sulla prevenzione, potrebbero tornare utili anche i test di gravidanza che, a quanto si legge, sarebbero già stati ordinati in un numero considerevole. “Tutti sanno bene cosa significhi vivere nel villaggio olimpico, dove girano ormoni impazziti e frustrazione sessuale – ha spiegato una fonte anonima al tabloid –, ma per gli atleti inglesi queste sono le Olimpiadi di casa e quindi sarebbe meglio che si concentrassero solo sulle medaglie da vincere, scatenandosi con il sesso a Giochi finiti”.

fontE: gds

Image and video hosting by TinyPic Image and video hosting by TinyPic Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic 5028032Senzatitolo_8 Image and video hosting by TinyPic

 
PM PM Email Email  Top
view post Posted on 19/7/2012, 12:13     +1     Quote Quote
Avatar

Image Hosted by ImageShack.us

Group:
Gold Member
Posts:
95,019
Reputazione:
+2,399
Location:
Ribeirão Preto

Status:


Addirittura..ce manca che interviene l'esercito :ghgh:

TRENTADUE 3-stelle-scheda14vu238
2hd1o39

2287531Senzatitolo_12

 
PM PM  Top
view post Posted on 25/7/2012, 15:10           Quote Quote
Avatar

Image Hosted by ImageShack.us

Group:
Moderatore
Posts:
22,803
Reputazione:
+948
Location:
Ancona (AN)

Status:


No astinenza, no Olimpiadi!

Image and video hosting by TinyPic


La fiamma olimpica ha acceso i cuori sportivi e raggiungerà il culmine ardendo del braciere olimpico che per tre settimane “illuminerà” le competizioni di Londra. Ma altri records stanno già ardendo nel mega villaggio allestito. Non si tratta di prestazioni sportive ma di prestazioni da appetiti intimi, ormai di pubblico dominio. L'ultima notizia riguarda Iziane Castro Marques, la 30enne stella della nazionale del basket brasiliano, "bannata" non per aver segnato un fallo imperdonabile di gioco, ma per aver violato una precisa regola: niente raporti intimi in ritiro.

Nonostante i pronostici favorevoli alla sua squadra, la Marques non potrà dare una mano non avendo resistito all'invito in camera da letto del suo fidanzato! Singhiozzando dichiara: " Capisco che il comportamento è stato inadeguato e che questa sanzione punisce non soltanto me ma anche tutte le altre ragazze che hanno lavorato per i Giochi". Questo conferma che le brasiliane sono donne di temperamento passionale.

Il regolamento è tassativo: la Marques non è infortunata, quindi non potrà essere sostituita da nessuna compagna di squadra. Dunque il Brasile affronterà l'Olimpiade con una rosa di sole 11 giocatrici.
E pochi giorni fa la dichiarazione di Hope Solo, portierona americana, premiata con il "guanto d'oro" come numero UNO del mondo.

La Hope sportivamente dichiara: " Si fanno un sacco di 'prestazioni' in quelle strutture, d’altronde certe emozioni si vivono una volta sola in carriera e, per questo, si desidera conservare dei ricordi. Sia nello sport che nell'intimità. Ho visto gente avere rapporti all'aperto, sui prati, tra gli edifici..."
Che dire? Scambi culturali, suggerimenti sportivi per allenamenti particolari?

Insomma, come sempre l'ipocrisia regna sovrana e che Londra si preannunciasse "bollente" anche gli sponsor di profilattici lo avevano previsto.
Per la prima volta al Villaggio Olimpico sono ammessi i partners degli atleti ed una certa trasgressione era messa in conto... anche sul conto dei profilattici da distribuire. I 10mila atleti presenti ne riceveranno 15 a testa per i 17 giorni delle gare, grazie ad una premiata ditta pronta a nuove forniture se le star dello sport dovessero finire le scorte (come sembra possa accadere).

Ma la domanda sorge spontanea: a che pro distribuire profilattici se non si possono usare?

fontE: blog.libero.it

Image and video hosting by TinyPic Image and video hosting by TinyPic Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic 5028032Senzatitolo_8 Image and video hosting by TinyPic

 
PM PM Email Email  Top
2 replies since 19/7/2012, 11:11
 
Reply